20112018Headline:

Basta sepolture, ora i propri cari estinti potrebbero diventare dei “diamanti”

morti_diamati

Dei veri e propri “diamanti della memoria”, ecco cosa potrebbero diventare i vostri cari estinti.

Dalle ceneri del caro estinto a diventare un “diamante della memoria” la procedura è complessa, ma a effettuare la “conversione” è un’azienda italiana: la Algordanza Italia Srl.

Si legge nel loro sito web che:

“La produzione di diamanti dal carbonio delle ceneri è estremamente più complessa della fabbricazione di diamanti industriali. Per rendere possibile la produzione di diamanti esclusivamente dalle ceneri di cremazione – senza inclusione di sostanze estranee – è stato necessario sviluppare un metodo speciale con la collaborazione di studiosi esperti nella sintesi dei diamanti. I macchinari utilizzati da Algordanza sono stati progettati espressamente a questo scopo e l’intero processo è garantito dalla certificazione DIN EN ISO 9001.”

Come detto la procedura è articolata. In sintesi dalle ceneri viene estratto il carbonio, che sarà l’elemento essenziale da cui si svilupperà il diamante. Il carbonio, sottoposto a pressioni e temperature elevate, si trasforma in grafite. La grafite, sottoposta alla temperatura di circa 2.500 gradi centigradi e alla notevole pressione di più di 60.000 bar, si trasforma in diamante nel corso di varie settimane.

A questo punto non resta che il taglio e la pulitura del diamante grezzo.

Su richiesta, è possibile inserire un’iscrizione sul diamante tramite una micro incisione al laser e, infine, il diamante verrà inserito in una custodia personalizzabile con una scritta a piacere.

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.