27052018Headline:

Che fai, mi cacci?

dissidentiM5S_fi--400x300

Lorenzo Battista, Fabrizio BocchinoFrancesco Campanella e Luis Alberto Orellana, sono i quattro senatori dissidenti del M5S finiti nel mirino di Beppe Grillo per aver esternato pubblicamente di essere rimasti “perplessi” per il metodo adottato da Grillo durante l’incontro con il Presidente incaricato Matteo Renzi.

Orellana, tra le altre cose, era il candidato M5S alla carica di Presidente del Senato all’epoca dell’insediamento del nuovo Parlamento a inizio 2013. Tanto per dire che è facile cambiare idea, nessuno escluso.

I cinquestellati della provincia di Pavia hanno già sfiduciato Orellana, dando così il via all’iter di espulsione, infatti, la settimana prossima ci sarà una assemblea congiunta di parlamentari M5S che deciderà se avviare o meno la procedura di espulsione per i quattro dissidenti.

Sono le norme che si è dato il movimento (cioè non si discute né si dissente?) e, in democrazia, le regole vanno sempre rispettate.

Purtroppo, però, facendo in questo modo le persone, magari, lo sono un po’ meno.

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.