23092017Headline:

Difficile essere donna nei Paesi islamici

In alcuni Paesi sono previsti, dalla loro Costituzione, dei codici di abbigliamento restrittivi per la donna.

Difficile da credere, eppure in alcuni Paesi sono previsti, all’interno della loro carta costituente, dei codici di abbigliamento restrittivi per le donne in cui si definisce quello che è considerato ‘decente‘ e quello che è classificabile come un grave ‘scandalo pubblico‘. È l’esempio del Sudan che, pur non avendo previsto che le donne debbano essere completamente coperte, è uno dei paesi in cui è molto più difficile essere una ‘donna libera‘ in quanto la Costituzione prevede che vengano applicate delle norme riduttive che limitano, di molto, la loro libertà personale.

La gonna o i pantaloni devono coprire le caviglie

Dieci donne cristiane rischiano di essere condannate a 40 frustate in Sudan per aver indossato la gonna troppo corta in quanto non copriva le… caviglie. Il fatto lo ha denunciato Amnesty International. Le dieci donne, di età compresa tra i 17 e 23, sono state arrestate dalle autorità di Khartoum, la capitale della nazione, con l’accusa di aver indossato pantaloni o gonne che non raggiungono le caviglie. Un abbigliamento che la Costituzione nazionale definisce ‘indecente‘… ===>>>

Continua a leggere su: blasting_logo25

 

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.