14122017Headline:

Grecia: la rivolta dei dissidenti di Syriza

Tsipras tenta di resistere al dissenso interno di Syriza, ma prende sempre più forma la prospettiva di elezioni anticipate in Grecia.

Il premier greco e leader di Syriza, Alexis Tsipras

Il premier greco e leader di Syriza, Alexis Tsipras

Il primo ministro greco, Alexis Tsipras, inizia a riconoscere che le divisioni interne al partito di maggioranza Syriza potrebbe costringere il governo a dimettersi e, di conseguenza, andare alle urne.

Per il governo le elezioni anticipate sarebbe l’ultima cosa da fare, visto il contesto attuale, ma se ci fossero assicurazioni di una nuova e più coalizzata maggioranza parlamentare, in tal caso non sarei contrario”, lo ha dichiarato lo stesso premier in una recente intervista.

Syriza verso il congresso straordinario

Secondo Tsipras, tutto dipenderà dalle decisioni del congresso straordinario di Syriza, che probabilmente verrà convocato per settembre. Il premier, nel frattempo, ha la necessità di rinviare il congresso a dopo la chiusura delle trattative con la Troika europea al fine di ottenere la concessione del terzo salvataggio con un finanziamento di 85/89 miliardi di euro.

Non sarà un percorso facile quello di Tsipras, la fazione dissidente di Syriza chiede a gran voce un ‘immediato abbandono della trattativa’ e preme per convocare un congresso di emergenza entro pochi giorni…===>>>

Continua a leggere su: blasting_logo25

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.