14122017Headline:

Il 23 febbraio 1933 Sandro Pertini rifiutò la grazia

Pertini grazia

Il 23 febbraio 1933 Sandro Pertini, incarcerato a Pianosa per essersi opposto alla dittatura fascista, scrisse al Presidente del Tribunale Speciale per rifiutare la grazia chiesta da sua madre.

E’ del tutto comprensibile, per una madre, il fatto di voler lottare in qualche modo per vedere liberato il proprio amato figlio, ma questo atto d’amore non venne gradito da Sandro Pertini che rifiutò la domanda di grazia con forza e determinazione, di fatto dissociandosi dalla richiesta della madre per “non macchiare la sua fede politica“.

Alla madre scrisse poi una lettera durissima (la si può leggere seguendo questo LINK), ebbe a rimproverarla con veemenza, tanto era il suo dispiacere per un atto che, pur colmo d’amore, lo avrebbe però reso traditore della sua stessa fede politica.

Un uomo e un politico di calibro immenso, così grande da prendere quale esempio di rettitudine, onestà intellettuale e politica, del tutto impossibile da trovare nei politici attuali.

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.