21112017Headline:

Immigrazione clandestina o invasione?

Immmigrazione

E’ in corso alla Camera l’informativa sulla Libia del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Sul problema dei migranti precisa che:

“Non possiamo voltarci dall’altra parte, lasciando i migranti al loro destino: non sarebbe degno della civiltà che ha fatto grande l’Italia”.

L’emergenza migranti è al centro di molte polemiche politiche. I numeri degli sbarchi sono quasi raddoppiati rispetto a un anno fa e il problema inizia a travolgere l’Italia in un dramma che non riesce più ad affrontare.

Sono mesi, se non anni, che l’Italia chiede aiuto all’Europa che, però, non risponde. La UE pretende rigore, che si facciano le riforme, pretende questo e quello, ma quando si tratta di rispondere a un’emergenza così forte, l’Europa si sfalda e risulta inesistente, oltre che ininfluente.

D’altra parte, non si comprende questa assoluta cazzata del “paese degno della civiltà che ha fatto grande l’Italia”. Qui il problema non è la grandezza dell’Italia, bensì della imminente grondante invasione di persone. Molti dei migranti in passato erano dei disperati in cerca di speranza per loro e le proprie famiglie, ma gli ultimi sbarchi non testimoniano tutta questa “disperazione”, anzi, appare sempre più evidente che è in atto una vera e propria invasione di massa, strategica e ben pianificata.

Dovremmo stare attenti e accorti, soprattutto da coloro che giungono fino a noi dalla Libia, per ovvie motivazioni. E non sarebbe del tutto sbagliato se chiudessimo quel fronte per impedire il peggio, così come stanno facendo la Tunisia e molti altri paesi non meno “civili” del nostro.

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.