20102017Headline:

Manifestazioni in Portogallo contro l’austerità imposta dalla Troika

La Troika non piace alla Grecia e nemmeno al Portogallo che si ribella contro l’austerità che ha impoverito il paese.

In Portogallo si manifesta contro l'austerità

In Portogallo si manifesta contro l’austerità

Dopo il tentativo di alzare la voce della Grecia, poi duramente punita dall’Europa germanica, tocca ora al Portogallo far sentire il proprio grido d’allarme contro le politiche di austerità che sono state imposte al paese dalla Troika. Migliaia di lavoratori portoghesi, del settore pubblico e privato, hanno manifestato ieri 22 luglio di fronte al Parlamento di Lisbona, in palese critica contro il governo di centrodestra guidato dal primo ministro Pedro Passos Coelho.

In Portogallo si vota a ottobre

Da mesi il popolo portoghese si ribella all’austerità, ma ora le manifestazioni si fanno sempre più numerose, più partecipate e persino più incisive, anche perché mancano pochi mesi alle prossime elezioni politiche. Infatti, il capo dello Stato del Portogallo,Anibal Cavaco Silva, ha dato l’annuncio ufficiale che il voto, per il rinnovo del Parlamento, si svolgerà il 4 ottobre prossimo.

Il premier Coelho punta al rinnovo del mandato, ma si dovrà scontrare con il socialista Antonio Costa. La corsa elettorale è tutt’altro che semplice: da un lato c’è il partito di governo che risulta altamente impopolare a causa dell’applicazione delle misure di austerità imposte dall’Europa, dall’altro il partito socialista di Costa che rischia di perdere consensi in quanto l’ex primo ministro, Jose Socrates, è accusato di corruzione e per questo è stato rinviato a giudizio. Il principale sindacato portoghese ha offerto una stampella alla sinistra socialista chiedendo ai lavoratori di sostenere la candidatura a premier di Costa che basa la sua campagna elettorale proprio contro le politiche di austerità… ===>>>

Continua a leggere su: blasting_logo25

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.